Maestri

 

Giuseppe Pasina:

detto “Zepinin” (1870-‘95): fu il primo Maestro della Società Filarmonica di Talamona, e presunto co-fondatore della stessa.

 

Sassella:

maestro della Filarmonica dal 1895 al 1898.

 

Giuseppe Pasina:

detto “Rumanin” (1898-1906): figura di primo piano per la Filarmonica di Talamona e non solo. Coadiuvò la fondazione delle bande di Dazio, Buglio, Fusine, S. Martino in Valmasino e Mello. Inoltre diresse quelle di Bormio, Ponte, S. Pietro Berbenno e Ardenno.

 

Giocondo Pasina:

(1906-‘30): senza dubbio il più valido musicista che la Banda possa annoverare. Oltre che direttore, infatti, fu compositore. Ricevette attestazioni di merito in vita, e recentemente il valore delle sue opere è stato confermato dall’interesse del M° Della Fonte.

 

Angelo Libera (1947-‘48 e 1957-’88):

finora il più longevo dei Maestri, diresse la Filarmonica per oltre trent’anni, infondendo con impegno e dedizione l’amore per la musica in generazioni di suonatori.

 

Oscar Pasina:

Maestro della Filarmonica dal 1988 al 1989.

 

Giorgio Corti (1990-’98):

del compianto Maestro i suonatori ricordano l’autorevolezza e il costante e caparbio impegno. Sotto la sua guida la Filarmonica ha compiuto un indubbio salto di qualità.

 

Giuseppe Maggio (1999-2005):

diplomato in clarinetto, ha diretto la Banda per più di cinque anni, occupandosi anche dell'insegnamento ai ragazzi della scuola di musica.

 

Pietro Boiani (2005):

diplomato in tromba, è l'attuale Maesto della Filarmonica e della Banda Giovanile.